SITO NON PIU’ AGGIORNATO. E’ IN FUNZIONE IL NUOVO SITO DI ISTITUTO: http://www.iccoriano.it
Registro elettronico
Comunicazioni alle famiglie
Circolari, Comunicazioni Documenti rilevanti
Informazioni sull'Istituto


Offerta Formativa

PON 2014-2020 Fondi Strutturali Europei

Area Genitori

Area Docenti e ATA

Scuola Infanzia
> Scuola Infanzia "Bambi"
> Scuola Infanzia "Pinocchio"
> Scuola Infanzia "Arcobaleno"
Scuola dell'Infanzia: percorsi formativi

Scuola Primaria
> Scuola Primaria "Croce"
> Scuola Primaria "Favini"
> Scuola Primaria "Rosaspina"

Scuola Secondaria I grado
> Sec. I grado "Gabellini" Coriano
> Sec. I grado - sezione Montescudo


Attivita' e Progetti inerenti al POF

12. Apprendimento Cooperativo - Scuola Primaria: Plesso "Rosaspina" di Montescudo


PREMESSA

 

Tutti i bambini della scuola Primaria si affacciano alla scolarizzazione desiderosi di imparare, a volte però alcuni di loro presto si scoraggiano, in parte perché si confrontano nel gruppo classe (oggi sempre più numeroso) e  manca loro la capacità di decentrarsi e  di lavorare insieme.
L’insegnamento della lingua italiana, delle discipline storico antropologiche e geografiche, nonché un’educazione all’affettività che intendiamo promuovere con questo progetto, faranno uso della metodologia del Cooperative Learning che ci farà da guida nello strutturare i compiti di apprendimento per gli alunni. Nello specifico le insegnanti non intendono escludere il lavoro individuale, ma sfruttando la presenza settimanale di una educatrice, si desidera procedere ad un insegnamento/apprendimento in piccoli gruppi di età omogenea e competenze eterogenee. 
Tale scelta ha l’obiettivo di potenziare non solo l’apprendimento delle singole discipline, ma anche l’instaurarsi di relazioni di “interdipendenza positiva”.
Il lavoro nel piccolo gruppo presenta anche il vantaggio di limitare la complessità delle procedure, di poter proseguire ad un osservazione specifica su punti di forza e problematiche dei diversi alunni, possibilità successive di progettare percorsi mirati per l’intero gruppo classe.
In un lavoro con queste caratteristiche, il piccolo gruppo si configura come uno spazio “accogliente” in grado di contenere i bambini più vivaci e nello stesso tempo favorire un’interazione reciproca in cui l’alunno  non deve continuamente rivolgersi all’insegnante nel corso del lavoro, ma può chiedere tale l’intervento solo dopo avere tentato e discusso altre soluzioni fra pari. La valutazione del lavoro svolto sarà attribuita al gruppo, ma ci sarà anche e sempre valutazione individuale. Le competenze comunicative e sociali al centro dell’attenzione in questo tipo di lavoro, hanno come finalità educativa la formazione di persone sempre più responsabili dei risultati del proprio lavoro svolto, non solo per sé ma anche per gli altri, modelli educativi che nei fatti rifiutano la segregazione fuori dall’aula del bambino diversamente abile.

 

IL PROGETTO

 

Prevediamo un intervento settimanale giornaliero, dal lunedì al venerdì, da intendersi come lavoro a piccoli gruppi da due a otto bambini (Cooperative Learning) che può variare nella durata: da un minimo di dieci minuti, ad un massimo di due ore.
Il progetto intende strutturarsi secondo la definizione di Mario Comoglio, in cui il Cooperative Learning si applica a piccoli gruppi di alunni che cambiano continuamente per un periodo di tempo limitato (da pochi minuti a un paio d’ore) con lo scopo di conseguire un comune obiettivo di apprendimento.
I compiti di apprendimento avranno come obiettivi formativi prevalentemente il consolidamento della capacità di lettura, scrittura educazione alla comunicazione e manipolazione. S’intenderanno fondamentali anche lo sviluppo di specifiche abilità collegate alla sfera relazionale. I risultati del lavoro svolto, saranno documentati sui quaderni dei bambini e talvolta si espliciteranno con la produzione di manufatti (nel caso di specifici laboratori di arte immagine).

 

STRUMENTI – OBIETTIVI – ABILITA’ RELAZIONALI

 

Gli  strumenti di cui le insegnanti intendono avvalersi sono:

- un’aula disponibile nel plesso (individuabile in quella degli insegnanti, presente sullo stesso piano della classe seconda);
- le insegnanti di classe, l’insegnante di sostegno, l’educatrice, da considerarsi con le seguenti funzioni fondamentali:  istruire, cioè aiutare gli allievi ad acquisire padronanza di abilità e di conoscenze disciplinari; condurre il piccolo gruppo, cioè definire regole e procedure, per favorire l’attenzione e  la partecipazione durante la lezione; far socializzare gli studenti per mantenere successivamente un buon clima di classe.

Le abilità che ci si propone di favorire sono:

l’interdipendenza positiva, per cui gli studenti si impegnano per migliorare il rendimento disciplinare di ciascun membro del gruppo, non essendo possibile il successo individuale senza il successo collettivo;
la responsabilità individuale e di gruppo: il gruppo è responsabile del raggiungimento dei suoi obiettivi ed ogni membro è responsabile del suo contributo;
l’interazione costruttiva: gli studenti devono relazionarsi in maniera diretta per lavorare, promuovendo e sostenendo gli sforzi di ciascuno e lodandosi a vicenda per i successi ottenuti;
l’attuazione di abilità sociali specifiche e necessarie nei rapporti interpersonali all’interno del piccolo gruppo: gli studenti si impegnano nei vari ruoli richiesti dal lavoro e nella creazione di un clima di collaborazione e fiducia reciproca.

Gli obiettivi che s’intende perseguire sono:

Favorire lo sviluppo di comportamenti relazionali positivi, caratterizzati da atteggiamenti profondi di stima, rispetto, accettazione reciproca.
Migliorare l’espressione verbale nella capacità comunicativa.
Consolidare le conoscenze linguistico-ortografiche di lettura e scrittura, monitorando costantemente le diverse potenzialità di ciascuno.
Guidare gli alunni alla produzione di semplici manufatti per potenziare in loro competenze oculo-manuali e di motricità.

                                            

       Le insegnanti dell’équipe pedagogica della Primaria Rosaspina      

 

 

  

 

 


 

Versione senza grafica
Versione PDF


<<<  Torna alla pagina precedente


In evidenza

Inclusione e Integrazione

PNSD: Piano Nazionale Scuola Digitale

Bacheca Docenti (Sportello Digitale)

Formazione e Aggiornamento

Cambridge Esol Examinations

L'angolo degli alunni

Eventi e ... Commenti
> Ed. alla legalità: incontro con i Carabinieri.
> M'illumino di meno. Risparmio energetico.
> Hotel Transylvania: Dracula is not so bad...
> Giornata della memoria - Scuola e Shoah
> Vi racconto la mia dislessia, di G. Cutrera
> Rapporto La buona Scuola in 12 punti
tutte le notizie...

Links & editing
> Links di interesse istituz.le e didattico
> Editing

Area Riservata



Mercoledì, 27 Maggio 2020
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni